Mercoledì, 31 Marzo 2010 14:29

Terminologia per la degustazione del vino. Scheda AIS in PDF, anche nella versione inglese

Scritto da 

Negli articoli dedicati all’analisi qualitativa di un vino (“La scheda analitico-descrittiva, prima parte: l’esame visivo” - “La scheda analitico-descrittiva, seconda parte: l’esame olfattivo” - “La scheda analitico-descrittiva, ultima parte: l’esame gusto-olfattivo”) vi avevo elencato i vari termini da utilizzare nei tre diversi esami sensoriali  che si effettuano durante le degustazioni. 

La terminologia utilizzata è specifica e codificata dall’AIS quindi è necessario, per un approccio professionale alla materia, averla bene a mente. Per facilitare questa operazione mnemonica, pubblico la scheda dell’AIS in formato PDF che riassume i termini utilizzati nelle diverse fasi della degustazione:

pdfTerminologia Degustazione Vino

Oggi grazie alla facilità di viaggiare e di comunicare ci troviamo sempre più spesso a contatto con persone di lingue diverse. Molte volte uno degli argomenti più in voga quando c’è la nostra nazionalità di mezzo è proprio il vino.  Ma quali sono i termini in inglese per raccontare e spiegare il nostro prodotto di vanto? Ecco pronta la soluzione:

pdfVersione Inglese

Commenta questo articolo

Enrico Nera

Sono Enrico Nera, nasco in un piccolo paesino nella provincia sud di Roma il 6 settembre del 1980. Viti e botti entrano subito nella mia quotidianità. Come semplice bambino spettatore, guardo il lavoro di mio padre durante il susseguirsi della stagioni, dalla potatura invernale alla vendemmia autunnale. Ma la viticoltura necessita di forze, così inizio anch’io a dare il mio piccolo contributo. Ricordo ancora le risate di mio padre e mio fratello mentre mi guardano andare su e giù tra i filari ancora troppo alti per me. Ricordo ancora quando con mio nonno Tito, munito di bastone come unità di misura, ponevo nel terreno alla giusta distanza le barbatelle che mio padre avrebbe in seguito piantato per dar vita al nuovo vigneto. Le fatiche, le delusioni, ma anche le soddisfazioni di oltre 20 anni di lavoro della terra sono un alternarsi di emozioni che creano un susseguirsi di amore e odio. Come tutte le cose realmente belle, la grande passione per il vino e  per la viticoltura in generale diventa consapevole in me soltanto quando la distanza mi ha permesso di rielaborare i ricordi. Arriva il corso da sommelier, nasce ParliamoDiVino.com, finalmente posso liberare le mie emozioni nascoste per troppi anni. 

Articoli correlati (da tag)

  • Into the wine. Organic is magic
  • ViniShock (o terapeutici)
  • Vigne del Malina, il Sauvignon del Greve friulano
  • Nel mondo c'è troppo vino da vendere e troppo poche persone disposte a berlo. (In omaggio 5 motivazioni che portano un vino in un locale)
  • Lolik 2011, il trebbiano siculo (e bio) di Manfredi Guccione

Persone in questa conversazione

Lascia i tuoi commenti

Posta commento come visitatore

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters